Ispirato dai pazienti, guidato dalla ricerca

Trattamenti avanzati e non invasivi di medicina rigenerativa, quali concentrati cellulari e PRP, per tornare alle attività che ami

Doctors

Trattamenti

Procedure avanzate, realizzate con tecniche non invasive, che utilizzano cellule e molecole presenti nel sangue, nel midollo osseo o tessuto adiposo

Doctors

Scienza

Le metodiche utilizzate presso RE.GA.IN. sono fondate su decenni di ricerca e sperimentazione clinica nell'ambito della medicina rigenerativa

Doctors

Dottori

I Medici Specialisti accreditati RE.GA.IN. ti guideranno lungo il percorso migliore per risolvere la tua problematica

Doctors

News

Scopri di più su RE.GA.IN. o seguici sui Social Media per rimanere aggiornato sulle ultime novità in tema di medicina rigenerativa

Patologie

Presso RE.GA.IN. trattiamo solo i casi per i quali esiste un'indicazione riconosciuta al trattamento con le metodiche di medicina rigenerativa. Per vedere se sei un potenziale candidato a questi trattamenti, seleziona alla tua sinistra nella body-map interattiva, l’area di tuo interesse. Oltre le sedi anatomiche identificate nella body-map, trattiamo anche casi di pseudoartrosi (mancata consolidazione di una frattura) e artrosi della mano.
cursor Seleziona una Regione per Iniziare
Presso RE.GA.IN. trattiamo solo i casi per i quali esiste un'indicazione riconosciuta al trattamento con le metodiche di medicina rigenerativa. Per vedere se sei un potenziale candidato a questi trattamenti, seleziona alla tua sinistra nella body-map interattiva, l’area di tuo interesse. Oltre le sedi anatomiche identificate nella body-map, trattiamo anche casi di pseudoartrosi (mancata consolidazione di una frattura) e artrosi della mano.
cursor
Seleziona una Regione per Iniziare
La causa più comune di dolore alla pianta del piede, questa condizione si verifica quando la fascia plantare, un legamento critico che collega il tallone alla parte anteriore del piede, si danneggia e si infiamma. Può essere particolarmente doloroso al mattino, salendo o scendendo le scale, e dopo un intenso esercizio fisico o una lunga camminata.
Il tendine di Achille, anatomicamente il tendine più lungo e soggetto alla maggiori sollecitazioni del nostro corpo, collega l'osso del calcagno ai muscoli del polpaccio. L'uso eccessivo può causare micro-traumi che non riescono a guarire, con conseguente infiammazione, dolore, gonfiore e rigidità.
L’articolazione del ginocchio è rivestita da cartilagine per evitare il contatto diretto tra il tessuto osseo dei capi articolari. Poiché la cartilagine si consuma a causa dell’avanzare dell’età e di altri fattori predisponenti, i pazienti possono accusare vari gradi di dolore, gonfiore, crepitii, rigidità articolare e perdita di mobilità. Questa è la forma più comune di artrosi.
A volte chiamato "Jumper's Knee" (il ginocchio del saltatore), questa condizione è il risultato di traumi frequenti o ripetuti al tendine della rotula, situato appena sotto il ginocchio. Questi micro-traumi si accumulano con l'età e la frequenza e spesso guariscono in maniera inadeguata.
Le lesioni condrali rappresentano dei danni allo strato cartilagine che riveste i capi articolari. Le lesioni condrali possono essere singole o multiple, piccole e confinate oppure estese, superficiali o profonde fino arrivare all'osso sottostante (osso subcondrale). In determinate condizioni, un frammento mobile di cartilagine può staccarsi e causare ulteriori danni all’articolazione.
Più frequentemente osservata in pazienti di età superiore ai cinquanta anni, l'artrosi è il risultato della degradazione della cartilagine che esercita l’effetto cuscinetto tra la testa del femore e l’acetabolo. In base al livello di severità dell’artrosi, i pazienti possono avvertire dolore, crepitii, gonfiore, rigidità articolare e perdita di mobilità.
Movimenti ripetitivi dell’avambraccio, come quelli richiesti dagli sport quali ad esempio il tennis, il sollevamento pesi e persino lavori come quello del cuoco, possono causare micro-fissurazioni al tendine. Se queste non riescono a guarire correttamente, i pazienti possono avvertire un forte dolore locale, spesso cronico nel tempo, unito alla difficoltà nell’eseguire alcuni movimenti specifici.
La cartilagine della spalla – che ha la funzione di ammortizzare le sollecitazioni e ridurre gli attriti tra i capi ossei – con il tempo e a causa di fattori predisponenti può andare incontro a usura. Questo processo degenerativo definito artrosi provoca nel paziente dolore, rigidità e limitazione delle attività quotidiane e sportive.
L'articolazione della spalla è un'articolazione sferica poco profonda, la cui resistenza e stabilità è garantita dalla cuffia dei rotatori. Lesioni traumatiche o un uso eccessivo possono danneggiare i tendini che la compongono e, se non riescono a guarire adeguatamente, possono causare infiammazioni prolungate, dolore e riduzione significativa della mobilità articolare.
Il disco intervertebrale è composto da un rivestimento esterno detto anulus (formato da collagene) che riveste la parte interna, detta nucleo polposo (formato in gran parte acqua). Con l’avanzare dell’età o in presenza di alcune condizioni particolari, l’anulus diventa fragile e maggiormente incline a cedere e lacerarsi, mentre il nucleo polposo perde il contenuto acquoso e si disidrata, iniziando così il processo patologico della discopatia degenerativa.
E’ un’articolazione situata nella parte bassa della colonna vertebrale, tra l’osso sacro e l’ileo (che è l’osso che forma lateralmente il bacino), viene spesso sottovalutata ma può essere la causa del dolore in circa il 15-20% dei pazienti con mal di schiena lombare. le problematiche più frequenti a suo carico sono, patologie infiammatorie, esiti di traumi o sovraccarico meccanico dopo chirurgica spinale (soprattutto in seguito a fissazione L5-S1).
Non sempre è possibile identificare con precisione la causa del dolore lombare. In questi casi esiste un protocollo di trattamento che prende in considerazione il disco intervertebrale e le articolazioni tra una vertebra e l’altra (dette faccette articolari).
L’impiego dei fattori di crescita permette di ottenere un effetto fisico di distaccamento della membrana, riducendo in maniera significativa la possibilità di lacerazione nell’atto chirurgico. I concentrati piastrinici hanno inoltre proprietà antibatteriche, e sono in grado di controllare le infezioni post-operatorie che in molti casi possono pregiudicare il successo dell’intervento.
Utilizziamo i fattori di crescita anche in chirurgia endodontica e in altri atti chirurgici, come nel caso di pazienti che devono subire interventi resettivi per problemi di osteonecrosi da difosfonato. I fattori di crescita sono molto efficaci nella rigenerazione dei tessuti parodontali, duri e molli (gengiva), e permettono chiusure molto rapide e performanti negli interventi chirurgici.
È un problema comune a molti pazienti, a volte con esordio precoce. I movimenti costanti dell'articolazione del pollice, così come delle altre dita, provocano un continuo peggioramento di questa condizione, causando intorpidimento, dolore e ridotta articolarità, comportando un sensibile impatto sulla qualità della vita dei pazienti.
Quando una frattura non guarisce adeguatamente, si crea una condizione chiamata pseudoartrosi. Questo può avvenire a tutte le età, il rischio di svilupparla è del 4%. Fattori di rischio sono rappresentati da scarso trofismo osseo, traumi ad alta energia, fratture esposte, patologie sistemiche del paziente.

Trattamenti

Treatments

Nella maggior parte dei casi il tuo corpo è in grado di guarire spontaneamente.

Questo grazie ai normali processi di guarigione di cui sono provvisti i nostri tessuti e che coinvolgono fattori di crescita e elementi cellulari con funzione rigenerativa.

Quando questi processi falliscono è possibile fare ricorso a tecnologie avanzate che "mimano" i fisiologici processi di guarigione. Presso RE.GA.IN. utilizziamo questi agenti terapeutici già normalmente contenuti nel tuo corpo, quali fattori di crescita piastrinici (PRP) e cellule mesenchimali di derivazione midollare e adiposa.

Tutte le nostre terapie sono fondate su anni di ricerca di base e clinica eseguita dai nostri ricercatori dell'I.R.C.C.S. Istituto Ortopedico Galeazzi e da altri centri di ricerca nel mondo.
Cursor Passa il mouse sul tessuto per esplorare
Treatments

Nella maggior parte dei casi il tuo corpo è in grado di guarire spontaneamente.

Questo grazie ai normali processi di guarigione di cui sono provvisti i nostri tessuti e che coinvolgono fattori di crescita e elementi cellulari con funzione rigenerativa.

Quando questi processi falliscono è possibile fare ricorso a tecnologie avanzate che "mimano" i fisiologici processi di guarigione. Presso RE.GA.IN. utilizziamo questi agenti terapeutici già normalmente contenuti nel tuo corpo, quali fattori di crescita piastrinici (PRP) e cellule mesenchimali di derivazione midollare e adiposa.

Tutte le nostre terapie sono fondate su anni di ricerca di base e clinica eseguita dai nostri ricercatori dell'I.R.C.C.S. Istituto Ortopedico Galeazzi e da altri centri di ricerca nel mondo.

PRP Plasma Ricco di Piastrine

Il nostro sangue è composto da globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e plasma. Partendo da un semplice prelievo di sangue seguito da un processo di centrifugazione ad alta velocità, i nostri medici sono in grado di concentrare le piastrine per uso terapeutico. Le nostre piastrine intervengono comunemente nelle aree interessate dalle lesioni, dove sono responsabili di prevenire la perdita eccessiva di sangue, controllare l'infiammazione e secernere fattori di crescita che possono innescare la naturale risposta di guarigione.
Il PRP è una frazione concentrata del sangue che contiene un’elevata concentrazione di piastrine e dunque di fattori di crescita in esse contenute, che possono partecipare al ripristino dell’omeostasi (condizione fisiologica) del tessuto promuovendone la rigenerazione.

Il trattamento: i pazienti vengono sottoposti ad un semplice prelievo di sangue, eseguito in sala operatoria per scopi di sterilità. Tempo totale della procedura 1 ora; normalmente una seconda procedura viene eseguita una o due settimane dopo.

BMAC Concentrato di Aspirato di Midollo Osseo

Il nostro midollo osseo contiene, seppur in quantità ridotte, una popolazione di cellule staminali mesenchimali che sono oggi ritenute in grado di promuovere il ripristino dell’omeostasi del tessuto (condizione fisiologica) mediante il controllo dell’infiammazione, e di promuoverne la rigenerazione. I medici di RE.GA.IN sono in grado di prelevare il midollo direttamente dalla cresta iliaca o dalla tibia del paziente, concentrare una dose terapeutica di cellule mesenchimali e di altri fattori di crescita per trattare una varietà di problematiche connesse al sistema muscoloscheletrico.

Il trattamento: sotto opportuno protocollo anestesiologico, un chirurgo certificato eseguirà un prelievo osseo sull'anca del paziente. Il midollo osseo estratto viene lavato, processato direttamente in sala operatoria e iniettato nel sito di lesione. Il tempo totale della procedura è di 1 ora, seguita dai normali di tempi di recupero del trattamento anestetico subito

Concentrato di tessuto adiposo

A lungo ritenuto solamente un tessuto con funzioni di ammortizzazione, il tessuto adiposo (grasso) è oggi considerato uno dei tessuti che racchiude il maggior potenziale rigenerativo. Le cellule mesenchimali contenute al suo interno lo rendono infatti un ottimo aiuto per promuovere il ripristino dell’omeostasi del tessuto (condizione fisiologica) mediante il controllo dell’infiammazione, e di promuoverne la rigenerazione. I nostri medici prelevano il tessuto adiposo attraverso una procedura di mini-liposuzione (da non confondersi con la liposuzione a fini estetici) e usano dispositivi che frammentano o separato meccanicamente il tessuto adiposo in una formulazione iniettabile.

Il trattamento: sotto opportuno protocollo anestesiologico, un chirurgo certificato esegue una mini-liposuzione sul paziente. Il grasso isolato viene lavato, frammentato o separato e quindi iniettato nel sito di lesione. Il tempo totale della procedura è di 1 ora, seguita dai normali di tempi di recupero del trattamento anestetico subito

Scienza

Informazioni Le procedure di Medicina Rigenerativa sono tecnologie innovative, potenti ed in continua fase di evoluzione.

Le prestazioni di Medicina Rigenerativa devono essere erogate solo da personale adeguatamente formato e preparato, in idonei spazi che ne garantiscano la sicurezza e la sterilità. Il successo di una procedura di Medicina Rigenerativa richiede inoltre un approccio scientifico che solo in pochi sono in grado di fornire.

Il team di ricercatori RE.GA.IN. garantisce al paziente che ogni singola procedura sia eseguita secondo gli standard di sicurezza più rigorosi.

I vantaggi dell'approccio RE.GA.IN. includono:

irccs

I.R.C.C.S.

RE.GA.IN. è il Centro di Medicina Rigenerativa dell'Istituto Galeazzi, riconosciuto dal Ministero della Salute come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico: I.R.C.C.S. Istituto Galeazzi

supervision

RICERCA

Tutte le procedure sono eseguite sotto la supervisione di ricercatori specializzati RE.GA.IN. : Galeazzi Research

sterility

Sterilità

I trattamenti di Medicina Rigenerativa sono eseguiti in sale operatorie all'avanguardia per garantire l’assoluta sterilità e sicurezza del percorso clinico.

complaint

Conformità

Tutti i trattamenti sono conformi alle più rigorose normative italiane ed europee in tema di sicurezza e sterilità.

report

Report clinico

Tutti i pazienti RE.GA.IN. ricevono accurati report clinici che descrivono il trattamento ricevuto e monitorano lo stato di salute del paziente fino a 2 anni dal trattamento.

database

Database

Tutti i dati sono archiviati in server sicuri, conformi al GDPR, a cui i ricercatori RE.GA.IN. possono accedere per analizzare i risultati e migliorare efficacia e sicurezza dei trattamenti.

Dottori

_Dott.

Seleziona il tuo Specialista

Scopri se sei un Candidato

Per fare il passo successivo e scoprire se sei un candidato per le procedure di medicina rigenerativa, compila il modulo di contatto qui sotto, e uno dei nostri operatori si metterà in contatto con te per aiutarti nei passaggi successivi.

Puoi anche contattarci direttamente via mail: regain.iog@grupposandonato.it

PRECOMPILATO ?info